Fancxxx la nicchia!

Ebbene si, voglio inaugurare la nuova versione del mio blog con un post dal titolo e dal contenuto provocatori. Era da anni che desideravo pubblicarlo. Ce l’avevo nel cassetto da tanto tempo ma speravo che negli anni mi sarei ricreduto, dando retta ai “GURU” del web-marketing… beh, così non è stato per cui eccovi questo mio manifesto ufficiale contro la nicchia!

La mission di questo articolo è molto ambiziosa, per certi versi oserei dire copernicana… ti spiego perché: le basi del marketing tradizionale danno per scontato il fatto che per avere successo in ogni campo sia necessaria un’accurata scelta di una ben precisa nicchia di mercato che sia redditizia (quindi generi traffico e quindi susciti interesse) e che sia il più possibile limitata e circoscritta.

Ti fanno il classico esempio della medicina: se hai mal di testa e vai in farmacia cosa preferisci acquistare, quella boccetta piccola piccola con scritto “curo solo il mal di testa” o ti compri un bottiglione grande con scritto “curo tutto, dal mal di testa ai reumatismi”?
Probabilmente sceglierai la prima, perché è più specifica e adatta al problema che hai in quel momento.
Una volta scelta la nicchia, devi ruotare attorno a questo sistema solare diventandone possibilmente il pianeta più grande e quindi avere maggiore visibilità…
Ma qui arriviamo al punto… perché a mio avviso, se è vero che negli anni scorsi la teoria “nicchiacentrica” era sicuramente l’unica scelta possibile per emergere e avere visibilità perché c’era solo Google con i suoi severi algoritmi che privilegiava (e privilegia tuttora) risultati di ricerca corrispondenti alla “boccetta piccola del mal di testa” di cui parlavo, oggi esistono i social network, esiste Facebook, esiste Instagram… Queste piattaforme hanno determinato un vero e proprio scardinamento di questo assioma, perché hanno messo finalmente al centro dell’attenzione le persone, con la loro individualità, le loro debolezze, la loro simpatia e le loro nicchie di interesse; persone reali, persone che hanno passioni, debolezze, voglia di apparire e di mostrarsi in tutta la loro autenticità; persone che finalmente fanno un sano e genuino PASSA PAROLA che non ha bisogno di Google o di Bing… Chi cerca informazioni oggi vuole anche vedere in faccia chi gliele sta propinando, vuole conoscere chi è la persona che parla, quanto sia seria ed autorevole, desidera entrare in EMPATIA con questa persona… tutte cose che Google non può capire, perché Google è in fondo una macchina che non pensa ma che agisce secondo algoritmi basati su statistiche, numeri, bit ma soprattutto strategie commerciali.

Il futuro del business online va verso il cosiddetto “personal branding”, ovvero darà sempre più risalto a chi c’è dietro al prodotto o servizio che pubblicizza, ed è per questo che l’impronta che cercherò di dare al mio sito sarà molto visiva, quindi molti video, videocorsi, video presentazioni, webinar e quant’altro legato a ME come Alessio Palmieri, non come ingegnere, o agente immobiliare o web designer. La mia sincera speranza è quella di dimostrare che è possibile realizzare una comunità di tifosi che si affezionano a te come persona, come essere umano, che si affezionano al tuo modo di parlare, di gesticolare, alle tue battute, al tuo dialetto, alla tua spontaneità, anche se non tratti solo e soltanto un unico argomento.
Possiamo e dobbiamo essere noi a rappresentare il sole di questo metaforico sistema solare, ed avere tante nicchie di interesse che orbitano attorno a noi e che ci permettono di attirare visitatori interessati ad uno o più dei nostri molteplici interessi…

Ammetto che questa storia della nicchia mi ha sempre profondamente frustrato perché non si è mai coniugata alla mia poliedricità di interessi personali e professionali.
Perché devo concentrarmi, ai limiti della nausea, su un solo argomento, andandone a sviscerare maniacalmente ogni aspetto… quando ho così tanti interessi, tante passioni, per le quali potrei dare un contributo in grado di migliorare la vita di altre persone? Perché limitarmi a fare un blog su come si coltivano le rose viola della Siberia meridionale quando sono in grado di insegnarti anche a cucinare la più buona pasta alla carbonara del mondo?

Pensa soltanto se Leonardo da Vinci, già da allora, avesse preso alla parola quello che dicono oggi questi PARAGURU del web marketing: probabilmente si sarebbe limitato a comporre soltanto quei meravigliosi appunti con tutte quelle fantastiche illustrazioni sul corpo umano, sulle macchine da guerra, sugli aerei primordiali o i paracadute e non avrebbe dipinto quel capolavoro di pittura che è l’Ultima Cena; oppure pensa a Michelangelo: si sarebbe limitato a fare il pittore dipingendo la Cappella Sistina e oggi non avremmo la più bella cattedrale del mondo, S. Pietro, con la sua meravigliosa cupola… oppure non avremmo sculture come la Pietà o il David…

Se sono qui soltanto oggi è perché per anni, dopo aver seguito corsi, videocorsi, letto e-book sul web marketing, subìto lavaggi del cervello sulla necessità assoluta di sviluppare una nicchia il più possibile stretta e limitata, alla fine mi sono ritrovato letteralmente LEGATO, perché non ho mai avuto una passione così grande tanto da dedicarne un sito intero, ma ho avuto sempre tante passioni, sulle quali ho peraltro acquisito anche importanti livelli di know-how e una grande voglia di condividere con altri quello che ho scoperto.
Bene, concludo formulando l’augurio di averti tra i miei futuri fan, di diventare il tuo sito di riferimento sul quale trovare informazioni di aiuto e perché no, di svago e di occasione di scambio di idee, e anche, ogni tanto, di sano cazzeggio.

E soprattutto, liberati dalle catene della nicchia, comincia da subito a dar voce alla tua unicità, perché sei l’unica copia di quello che sei in tutto l’universo… tira fuori il meglio di quello che hai e comincia a condividerlo con chi saprà apprezzarne la qualità. E sono in tanti lì fuori, che ti aspettano, non ti credere… Ecco, questo è il primo consiglio che mi sento di darti. FANCXXX la nicchia e poi… sarà quel che sarà!

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su google
Google+
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Fammi sapere che ne pensi lasciando un commento!
Cerca Articolo o Argomento
Perché non ti iscrivi alla Newsletter?

Odio lo SPAM come (e più di te!) ma dal momento che non sono il genere di persona che pubblica articoli, corsi o iniziative “di getto” ma pondero sempre attentamente quello che faccio, puoi iscriverti serenamente in modo da ricevere, pressoché in tempo reale, le novità sui videocorsi e sugli argomenti che inserirò nel sito. Ovviamente l’iscrizione alla newsletter è assolutamente GRATUITA!

I Videocorsi di Alessio
Clicca sull'argomento per trovare subito quello che ti interessa...