Riflessioni

Le 7 Mosse per Cominciare ad Operare come Agente Immobiliare Indipendente

S e stai continuando a leggere vuol dire che sei tra quella minoranza, caparbia e consapevole delle proprie capacità, che ha deciso di intraprendere la carriera da Agente Immobiliare indipendente, ignorando le “sirene ammalianti” dei franchising più aggressivi e convincenti (penso ad uno in particolare😃).

Ti dirò quali sono gli STEP che ho compiuto io una volta perfezionata quell’amatissima/odiatissima SCIA.

1 – Rivolgiti ad un Fotografo professionista per il tuo personalissimo Book Fotografico

Hai deciso di investire su te stesso/a per cui devi crearti un’identità basata sulla tua IMMAGINE e per far questo devi proporre la tua immagine al meglio, ERGO, no al fai da te, no ai selfie, no alla scansione della foto in vacanza dove “stavi bene”… Io mi sono rivolto a un professionista, Marco Miele (https://marcomiele.com) che, in poco meno di due ore ha realizzato in digitale un piccolo book fotografico da cui ora attingo per foto tessera (ricordo che nella SCIA c’è anche la richiesta di un tesserino di riconoscimento obbligatorio), foto di account social, biglietti da visita e quant’altro…

2 – Rivolgiti a un Tipografo per la realizzazione dei tuoi biglietti da visita

Il Biglietto da Visita dovrai sempre averlo a portata di mano. Personalmente ho optato per un modello formato carta di credito (quindi 85 mm. di larghezza per 54 mm. di altezza) in quanto quasi tutti i portafogli odierni hanno degli scomparti adatti alla loro conservazione, e un biglietto da visita più largo potrebbe non avere spazio sufficiente (e quindi maggiore probabilità di essere cestinato). Vi è poi la disquisizione se debba o meno contenere la tua immagine. Personalmente ritengo sia FONDAMENTALE: se conservi un sia pur minimo archivio di biglietti da visita che non consulti da qualche mese, scoprirai che gran parte di essi contengono informazioni di nomi e cognomi assolutamente sconosciuti, e questo ovviamente non va bene. Avere un volto di riferimento ti riporta immediatamente alla circostanza che ti ha messo in contatto con quella persona, che improvvisamente tornerà ad essere familiare. Per cui: SI AL B.V. CON LA TUA FACCIONA 🙂

3 – Cura la Pubblicità online

Quando si va a pesca è sempre importante NON lesinare sull’esca. Non ha senso imbastire un’uscita con barca e attrezzature costose e professionali se poi la lenza ha un amo scoperto senza alcun elemento attrattivo. Considera quindi una voce di costo importante mensile costituita dalla pubblicità. Al momento i portali di riferimento più accreditati sono:

immobiliare.it
casa.it
idealista.it

Ciascuno ha le sue regole, le sue tariffe per cui prendi contatti con i loro consulenti pubblicitari e cerca di negoziare un pacchetto che includa vetrine, posizioni TOP. Valuta l’idea, all’inizio (e comunque in funzione dei tuoi incarichi di vendita), di dedicare un budget non inferiore a 2-300 euro mensili per poi aumentare all’aumentare delle tue vendite (e delle corrispettive provvigioni!!)

4 – Cura i social

Fondamentale oggi, soprattutto per aumentare la tua autorevolezza e la tua presenza in rete, essere presenti sui social e fare PR partendo da Facebook e LinkedIN. Mi raccomando però, per quanto riguarda Facebook, di separare distintamente il tuo profilo privato dal tuo profilo professionale. Per quest’ultimo esistono le “pagine” che puoi creare gratuitamente e che ti consentono di poter inserire annunci pubblicitari a pagamento (che saranno oggetto di un futuro post a parte). Non commettere l’errore (che vedo con sempre maggiore frequenza) di utilizzare il profilo privato per vendere o locare appartamenti! Finiresti per essere schedato come venditore porta a porta e incorreresti nel più grave rischio di essere bannato da FB stesso (che vieta esplicitamente questi comportamenti).

Cura un minimo di curriculum su LinkedIn in quanto questo social ti consente di approcciare con realtà meno “casalinghe” e più professionali e ti offre la possibilità di essere visto come un professionista autorevole del settore.

5 – Iscriviti ad una associazione di categoria

Malgrado il ruolo degli agenti di affari in mediazione sia stato soppresso dall’8 maggio 2010, con l’entrata in vigore del D. Lgs. 59/2010 art. 73 (che ben dovresti conoscere se hai superato l’esame, vero?!😃) in Italia è un pullulare di federazioni e associazioni di categoria. Cito tra le più note:

FIAIP – Federazione Italiana Agenti Immobiliari Professionisti
FIMAA – Federazione Italiana Agenti di Affari in Mediazione
AIR – Associazione Agenti Immobiliari Riuniti

In assenza di un franchising che ti conferisca credibilità e autorevolezza l’appartenere a una di queste associazioni ti rende certamente più credibile al cliente che non ha mai sentito parlare di te ed è un investimento irrisorio (2-300 euro all’anno max) considerando il grande vantaggio che, attraverso di loro, puoi accedere all’assicurazione professionale obbligatoria ad un costo davvero esiguo: io ho aderito quest’anno alla alla FIAIP, che costa attorno ai 350,00 euro all’anno e ho potuto usufruire dell’assicurazione professionale per soli 30,00 euro, con massimali da legge vigente (per ditta individuale) di 260.000 euro.

Non da sottovalutare poi la possibilità, offerta da tutte queste federazioni/associazioni, di poter attingere ad un valido database di modulistica pronta all’uso che copre ogni fase della compravendita (acquisizione, proposta d’acquisto, preliminare ecc.)

6 – Crea (o commissiona) un sito web dove inserire i tuoi annunci e il tuo blog

Immobiliare.it e tutti i portali di vendita sono una realtà consolidata oramai ma, esattamente come accade per le strutture ricettive (alberghi, hotel, b&b, ecc.) per le quali, nonostante i vari Booking.com, TripAdvisor ecc. abbiano monopolizzato le prime posizioni su Google, i gestori continuano a curare la presenza in rete attraverso un sito univoco e di proprietà della loro struttura alberghiera, anche tu DEVI assolutamente gestire e curare un sito web sul quale pubblicare i tuoi annunci. E questo non solo perché costituirà uno spazio personale che nessuno potrà toglierti mai (su immobiliare.it, casa.it ecc. sei un “affittuario” non un proprietario), ma perché potrai curare, all’interno di esso, un tuo blog di news del settore che contribuirà ad elevare la percezione di qualità dei servizi che offri al cliente. Non ultimo, il fatto di poterti fregiare di una mail molto meno asettica e impersonale (come quella di gmail.com) del tipo mario.rossi@rossirealestate.it.

Ad esempio (vai a darci un’occhiata) il mio sito WEB dedicato alla promozione degli immobili che tratto è:
https://prodomotua.com

Come vedi il principio ispirativo è analogo ai vari portali immobiliari dove è possibile fare una ricerca per parametri specifici (mq, numero di stanze, prezzo, ecc.) con l’enorme differenza, però, che quel sito è casa mia e posso implementarvi, GRATUITAMENTE, tutti i servizi aggiuntivi che ritengo opportuni (non ultimo, ad esempio, il tour virtuale, che su immobiliare.it è una costosa opzione a pagamento).

7 – Comincia ad acquisire clienti attingendo alla tua rubrica telefonica

La famigerata “lista nomi” è un concetto cardine su cui si basa un’attività imprenditoriale che forse conosci e che si chiama “Network Marketing” e che può essere mutuata con successo anche nel nostro settore. In sostanza nel NM ti viene detto che devi buttare giù (su un blocco notes o su un foglio Excel) una lista di persone che abbiano avuto a che fare con te (e di cui conservi almeno un recapito telefonico) e successivamente contattarle convincendole (attraverso varie tecniche che ti insegnano e che ti fanno sembrare meno “opportunista” di quanto in realtà sei😂) ad acquistare il prodotto che stai sponsorizzando per conto di quell’azienda.

Nel nostro caso il compito è infinitamente più semplice perché non dovrai “pompare” un integratore alimentare, un caffè o un aspirapolvere, ma dovrai semplicemente informare parenti, amici e conoscenti della tua nuova attività, chiedendo se abbiano necessità di vendere, acquistare o locare un appartamento/villa/ecc.

Non hai minimamente idea di quante insospettabili persone, a noi vicine, abbiano questa esigenza e NON sappiano che svolgi questa attività!!

Lo screening telefonico di questa lista nomi  (ma può essere anche svolto in forma di aperitivo o pranzo o cena) è una fase importante che ti insegnerà a prendere dimestichezza con il telefono in un ambiente costituito da contatti “caldi” (ovvero persone che in qualche modo già conosci) e ti servirà da palestra per quando, prima o poi, ti rivolgerai a contatti “freddi” (persone a te sconosciute, magari amici di amici). In questo modo avrai la possibilità di fare le prime acquisizioni in maniera estremamente semplice e naturale.

Bene, ora che hai completato questi step hai tutto il necessario per iniziare a guadagnare le tue prime provvigioni da agente immobiliare serio, professionale e autorevole. È chiaro che il discorso non finisce qui perché poi, soprattutto in ambito di acquisizione e vendita, esistono intere pubblicazioni che approfondiscono questa o quella specifica strategia ma, a mio avviso, partire col piede giusto, seguendo questi step nell’ordine che ti ho indicato, è un ottimo modo per approcciarsi a questa professione.

Condividi questi STEP? Credi ne manchi qualcuno che non ho elencato? Sarei felice di sapere cosa ne pensi, puoi postare la tua idea nei commenti qui sotto. Alla prossima!

Share this Story
Load More Related Articles

Check Also

Dove vai, se il tour virtuale dell’immobile non ce l’hai?!

Stai cercando di vendere casa da solo e ...